Di questi tempi, alla prima uscita stagionale, giocare una intera partita con l’uomo in meno è certamente difficile. Dobbiamo fare i complimenti all’avversario che si è dimostrato valido e ben preparato, mentre noi abbiamo commesso troppi errori di disattenzione. In dubbiamente c’è da mettere mano allo squadra, anche se occorre precisare che in questo periodo non è semplice lavorare, i ragazzi stanno vivendo una pressione particolare».