Fuori Antonazzo per squalifica e Olivi non al meglio, con Crimi e Lupoli non convocati, la brutta tegola arriva dallo stop del portiere Bremec, messo fuori causa da una contrattura alla schiena. Tra i pali debutterà Lanni.

Esclusioni. Lo spogliatoio del Grifone sembra una polveriera a guardarlo dall’esterno, giocatori lasciati a casa, poi magari reintegrati, titolari inamovibili che diventano esclusi d’eccellenza. Somma invece, rassicura tutti; «semplici scelte tecniche, quando un giocatore esce fuori dal suo ritmo è bene che stia fermo e che lo recuperi». Un discorso che vale anche per chi è andato fuori dalle righe come Lupoli e Crimi, anche se il mister glissa: «non sono nel gruppo, non sono al passo con gli altri». Tra molte incertezze, resta granitica la convinzione nel modulo, 3-5-2 e di fatto giocheranno gli stessi del Braglia. Padella infatti, ha perso il ballottaggio con Rigione, Bonanni quello con Lanzafame.

Più pratici. Somma inoltre, chiede alla squadra di essere pratica, di non badare allo spettacolo e al gioco prodotto, sacrificabile in cambio di 3 punti. «In questo momento non possiamo permetterci altro – spiega il tecnico – occorre preferire la forza allo spettacolo, non sorprendetevi se saremo un po’ macchinosi». Quanto alla Ternana, gli umbri stanno girando a mille in questo momento e presentano una nuova insidia per i biancorossi: «è una squadra al top della forma – precisa Somma -, l’ennesima che affrontiamo in questo contesto. Sono una formazione molto pericolosa in contropiede, soprattutto con Ragusa e Alfageme». Al di là di questo aspetto il Grosseto non ha molte scelte, occorre vincere per sentirsi meno isolati in fondo alla classifica.