Facciamo fatica sulle linee centrali più che per merito degli avversari che per demerito nostro perché sanno il nostro valore. Siamo stati molto pericolosi sulle palle inattive e sui calci d’angolo, vuol dire che siamo stati bravi a guadagnarceli ma poi non abbiamo concretizzato. Per questo ho chiesto ai ragazzi di attaccare l’area sui cross esterni con più cattiveria e con i centrocampisti a rimorchio. A Grosseto il campo di gioco così grande determina alcune situazioni di gioco specifiche, qui gli avversari non ti vengono a prendere alti come poteva succedere a Roselle, qui non puoi permetterti di andare sulle seconde palle perché rischi di scoprirti. Il Grosseto non può fare quel tipo di gioco in casa, magari vedremo un Grosseto diverso e più aggressivo in altri campi privilegiando le situazioni offensive organizzate.

Per domani dobbiamo essere equilibrati provando a prendere il pallino del gioco senza scomporci. Loro hanno capacità di ripartire e possono essere pericolosi, soprattutto con Papa e Fanciulli. Dobbiamo avere pazienza e cercare gli spazi giusti per poter sfondare. Ci si presenteranno tante partite come quella di domenica, dove abbiano sempre avuto l’iniziativa, forse poche squadre proveranno ad imporre il loro gioco quindi dobbiamo essere più concreti e muovere il risultato.

Berretti ha avuto una distorsione della caviglia a Piombino e preferisco farlo riposare; anche Boccardi ha fatto un’ecografia oggi e non ha niente di grave, ma non giocherà ne domani ne, probabilmente, domenica. Ho ancora un dubbio sull’under in porta che poi mi farà decidere anche per il modulo.