Ripescaggio di dignità

Ai ragazzi del Massa Martana riesce l’impresa.
Al triplice fischio la loro esultanza, davanti ad uno stadio ammutolito e incredulo, risalta e stride come una campagna di sensibilizzazione di ActionAid mentre stai per addentare un piatto fumante di tortelli.
Onore, quindi, a chi ha saputo metterci più cuore e umiltà.
In serata Mario e Simone Ceri fanno il bel gesto di rendere merito agli avversari lasciando un messaggio sulla loro pagina FB.
Lealtà e rispetto per l’avversario.
Della giornata di ieri, certamente, l’unica cosa che varrà la pena ricordare.
E adesso?
Da dove riprendiamo?
Ammesso e non concesso di impossessarsi di un posto nella griglia dei playoff, in tutta sincerità, non credo che riusciremmo comunque a vincerli.
Quindi, senza tanti giri di parole, la vera opportunità sarebbe e resterebbe il ripescaggio.
Mmmh, molto bene.
Quindi noi saremmo meritevoli di un ripescaggio?
Noi saremmo una compagine che in campionato e in coppa ha dato dimostrazione di meritare la D?
D come dignità.
E se ancora ce ne resta un po’ vi prego tutti, nessuno escluso, di riflettere profondamente sull’opportunità di presentare la domanda di ripescaggio.
A Londra ci sono più di dieci squadre.
Praticamente ogni quartiere ne ha una.
Se hai la fortuna di nascere nel quartiere del Chelsea hai buone possibilità, durante un’esistenza, di vincere qualcosa; ma se nasci del Millwall…forse neanche in tre vite alzerai un trofeo.
Ma la particolarità sta nel fatto che nessun tifoso inglese si sognerebbe mai di nascere in un quartiere di Londra e tifare Liverpool, Manchester o anche solo la squadra di un altro quartiere.
Questo perché a nessuno di loro importa in quale categoria giochi la propria squadra; quello che per loro conta realmente è solo il sentimento di appartenenza.
……A-PPAR-TE-NEN-ZA…..

Lo dico apertamente.
Io non sono per il ripescaggio per due motivi.
La categoria me la devo guadagnare sul campo, alla luce dei risultati di quest’anno altre vie sono moralmente non perseguibili.
Restare in Eccellenza è un utile bagno di umiltà da cui ripartire.
Per tutta la città, nessuno escluso.

Qui l’unica cosa che veramente c’è bisogno di ripescare è la dignità perduta.

T&GO

6 Comments

  1. Reply Post By Lupo1912

    Faccio una premessa, io seguo il Grosseto da 36 anni, l’ho seguito in ogni categoria e sempre lo faro’ perché anche io penso che prima viene la mia squadra e poi tutto il resto: categoria, nome dell’avversario etc. etc.
    Chiarito questo, spero di disputare i playoff e di vincerli, ma se così non fosse, spero che la società presenti domanda di ripescaggio:
    1) secondo me è più facile salvarsi in serie D piuttosto che vincere l’eccellenza.
    2) anche a livello giovanile verrebbero disputati deii campionati più impegnativi e formativi.
    3) la serie D mi sembra un campionato “più vicino” alla realtà di Grosseto rispetto all’eccellenza
    4) per quanto riguarda “il meritare” il ripescaggio penso che sia un concetto soggettivo, per esempio secondo me è più meritevole di ripescaggio una squadra che arriva terza in campionato e vince la coppa Italia regionale rispetto ad una squadra che arriva seconda.
    Comunque credo che verranno stilate delle graduatorie e poi in base ai posti disponibili verranno ripescata alcune squadre, quindi non è che dovremmo dire grazie a nessuno, se abbiamo diritto ci ripescano se non abbiamo diritto no, tutto qua.
    Se invece guardiamo la faccenda, dal punto di vista che nel 2015 eravamo in serie C e Camilli non ci ha iscritto oppure nel 2017 PINCIONE ci ha fatto sparire non solo dalla serie D ma proprio dal calcio secondo me un eventuale ripescaggio in serie D ce lo meritiamo visto quello che abbiamo subito in questo ultimi anni.
    Comunque ribadisco il concetto iniziale, io seguirò sempre il Grosseto anche se sara nuovamente ‘eccellenza perché credo nel progetto che sta’ portando avanti la famiglia Ceri improntato sullo sviluppo del settore giovanile e sulla costruzione del centro sportivo.
    Forza Grosseto sempre!

  2. Reply Post By Montelabro

    Sono stanco le delusioni ormai stanno diventando un fardello quasi insopportabile

  3. Reply Post By Sesto

    Anch’io faccio una premessa: seguo il Grosseto da quando andavo alle elementari, ossia da mezzo secolo o giù di lì ed ero presente quando abbiamo affrontato il Manciano come il Torino, l’Orbetello come la Sampdoria, il Cenaia come il Bologna, questo per dire che il mio sostegno non è mai venuto meno, anche se ammetto che in Promozione e in Eccellenza vado allo stadio con un magone enorme, con un misto di rabbia, disagio, amarezza e riluttanza, ma sento di doverlo fare e lo faccio. Detto ciò, veniamo alla questione playoff/ripescaggio, per dire che i primi, in funzione serie D, rappresentano per il Grifone attuale un lontanissimo miraggio, diciamo pure un’illusione bell’e buona. Per quel che concerne eventuali ripescaggi, ammesso che ce ne siano i presupposti – cosa tutta da verificare – secondo me bisogna avere le idee chiare: hanno un senso se la categoria dove si va è concepita come un trampolino di lancio verso una fase di rilancio e di crescita, come fu in epoca camilliana nel 2002 (nel giro di 5/6 anni andammo in serie B e arrivammo ad un passo dalla A), ma se al contrario si deve fare carte false per accedere ad una categoria poco più prestigiosa dell’ Eccellenza, sempre nell’estrema periferia calcistica, per tribolare e vivacchiare senza gloria né ambizioni, dubito molto che ne valga la pena.

  4. Reply Post By Antonio

    Sarò breve, anche io seguo il Grifone da circa mezzo secolo e fino a che potrò continuerò a farlo, però permettetemi di dire che sposo le paro di Sesto in tutto e che rappresentano a l 100% il mio stato d’animo.

  5. Scusatemi….se Berlusconi avesse preso il Milan e non avesse vinto…..se Camilli avesse preso il Grosseto e non fosse arrivato in B vicino alla A….se la categoria…..
    Ma cosa significa ? Cosa facciamo le Cassandra della situazione ? Poniamo il caso che la famiglia Ceri vada avanti ….avra’ bisogno di aiuti, di supporti, delle istituzioni, di un pubblico, di finanziatori o sponsor che dovranno far si’ che la squadra vada avanti il meglio possibile. QUINDI NE VALE LA PENA IN OGNI CASO, sperando che la famiglia Ceri non abbandoni.
    O forse tutto quello che ho scritto riguardo gli aiuti…E’ SOLO UTOPIA ???
    Usque ad finem …..FORZA GROSSETO !

  6. Reply Post By Sirpe

    Sarò breve visto che tutti quelli sopra seguono il grifone da mezzo secolo ho finito
    No importa la division

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *