Appuntamento in trasferta per il Grosseto che alla nona giornata affronta una delle squadre costruite per primeggiare, ma che in realtà non sta facendo particolarmente bene in questo primo scorcio di torneo. I biancorossi saranno di scena a Ponte a Egola, in campo neutro, per affrontare il San Miniato Basso. «La classifica non è veritiera per quanto riguarda i nostri avversari – precisa subito mister Miano -. Sono una squadra costruita per far bene e per vincere. A mio avviso nel reparto offensivo hanno giocatori veramente importanti, come Pellegrini, Bencini e Pagnotta. Elementi che possono metterci in difficoltà se li lasciamo giocare. Per questo dobbiamo stare molto attenti».

La partita di Coppa Italia, disputata mercoledì, ha dato ulteriore consapevolezza dei mezzi a disposizione del Grifone, grazie al passaggio del turno ottenuto di rimonta sul Valdinievole Montecatini: «Ho ottenuto buone indicazioni dalla squadra che ha dimostrato grande carattere, anche se questo già lo sapevo – precisa il tecnico del Grosseto -. Questa squadra ha carattere e voglia di fare. L’obiettivo era passare il turno e ci siamo riusciti. Ora però concentriamoci sul campionato, quella contro il San Miniato Basso è una partita che ci può dire tanto».

Sul fronte delle assenze restano sempre out Raito e Cretella. Nell’infermeria si è aggiunto Camilli, ma è tornato a disposizione Andreotti. Miano come consuetudine non dà troppo peso alle defezioni, anche se riguardano giocatori importanti e funzionali al progetto. «Da sempre sostengo che ho a disposizione giocatori di valore in ogni reparto. Sono felice del recupero di Andreotti, un elemento che va a impreziosire un reparto offensivo composto da attaccanti di spessore».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, grazie!
Please enter your name here