Il Grifone, dopo un mese, ha sempre le valige pronte. La quarta destinazione consecutiva si chiama Camaiore dove l’aspetta il tecnico Mirko Pieri. Un viaggio all’insegna del primo posto in classifica rinforzato e stabilizzato dopo la caduta di Fucecchio. Mister Miano apre con gli assenti: “Camilli non è tra i convocati anche se ha partecipato alle sedute di allenamento, il suo utilizzo è sicuramente fissato per la coppa Toscana in programma mercoledì a Paganico”. Il tecnico prosegue: “Resta fermo anche Molinari, che accusa un dolore muscolare da non sottovalutare per evitare complicazioni maggiori. Queste due assenze sono la risultante della collaborazione con l’intero staff sanitario”. Il resto? “E’ disponibile e pronto compreso Raito uscito dall’infortunio. Il morale è alto – continua Miano – confortato dal successo con il Montecatini e consolidato dalla sconfitta del Fucecchio”. E’ un Camaiore produttivo nelle gare interne. “Si, è vero. Dopo qualche difficoltà iniziale i ragazzi di Pieri hanno raggiunto un livello positivo specialmente in casa. L’arrivo del Grosseto moltiplica reazioni, gli avversari puntano a batterci proponendo il massimo rendimento. Sulla panchina c’è Pieri, cioè un pezzo di storia biancorossa. Non sono superstizioso – dichiara Miano – non ci conosciamo personalmente, ci stringeremo la mano”. Tattiche particolari per questa sfida? “No. Se la squadra fa quello che sa fare la partita sarà positiva. Certamente non dobbiamo sottovalutare nulla ad iniziare dall’atteggiamento generale, specialmente all’inizio. Niente e nessuno ci farà dei regali natalizi. Dobbiamo essere determinati e convinti come compete alla prima della classe”.