Il giorno dopo il bagno nel mare del popolo, Miano ritorna sul campo verde. L’ultima gara di andata coincide con l’ultima gara dell’anno solare, una sorta di allineamento di pianeti con le comete, una rotta disegnata ad arte dove si aggrovigliano sospetti e certezze. Partiamo dagli assenti, mancheranno Camilli e Cantore per infortunio, Raito per squalifica. “Questo significa dover rinunciare a giocatori importanti – dice Miano – ma la rosa è uniformemente brava e ampia. Dispiace ma si deve essere ottimisti. E’ una gara basilare, la Cuoiopelli è formazione ostica e graffiante. In settimana ho visto i ragazzi carichi, il lavoro si è svolto nella massima disponibilità. L’ultima, ottima vittoria  in trasferta ha aumentato l’autostima dei ragazzi, che ancora una volta hanno toccato con mano come possono essere precisi e pungenti se applicano il loro calcio con decisione e cattiveria sportiva”. Sulla formazione il massimo riserbo. “Dico solamente che Fratini sarà titolare. Durante gli allenamenti ho avuto buoni segnali ed è un ragazzo che merita per la dedizione che applica ogni volta che è chiamato in causa”. Andreotti? “E’ sereno – conclude il tecnico – deve migliorare la gestione di se stesso come gli ho detto nei giorni scorsi. Sono assolutamente sicuro che ci darà le reti che servono per mantenere la testa della classifica”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, grazie!
Please enter your name here