Termina l’andata, il Grifone è già campione d’inverno, titolo confortante ma non lasciapassare verso la gloria. Finisce anche l’anno solare da salutare con un successo. Lo Zecchini è verde, il cielo azzurro, gradevole la temperatura. Non sono disponibili  Camilli e Cantore per infortunio, Raito per squalifica. Largo a Pizzuto e Fratini, Molinari è titolare. Cuoio in biancorosso, Grifone vestito di nero, Grasso in verde pallido, Nunziatini bianco. Avversari aggressivi, il Grifone ragiona (6′). Cretella da fuori aerea spedisce una  lettera  a Grasso, che para (7′). Incursione della Cuoio all’ottavo con Nunziatini coraggioso e abile a uscire sui piedi del lanciato Ghelardoni. Andreotti di interno destro passa vicino al palo (12′) finalizzando una manovra di contropiede. La Cuoio conferma la partenza robusta. Andreotti si infortuna  ma resta in campo (16′). Non ci sono squilli particolari ma la difesa del Grifo  è costretta a lavorare (23′) e l’insieme non riesce a dare un volto al proprio gioco. Gara scorbutica. Andreotti, ex di turno, si fa largo al limite, viene steso, l’arbitro concede la norma del vantaggio, Zagaglioni conclude, Grasso neutralizza (27′). Alla mezz’ora primo angolo per il Grifo. Cuoio molto, troppo, decisa in ogni contrasto. Insiste la Cuoio (37′), Grifone a tamponare. E’ Luci al 38′ a trovare lo spazio per il tiro, largo. Continuano i raddoppi avversari, il Grosseto ha difficoltà nell’impostare e risalire (43′). Al 45′ Gorelli blocca una azione pericolosa in inferiorità numerica. Prima frazione di sofferenza per il Grifo.

Ripresa. Non si notano sostanziali miglioramenti in casa Grifo (5′). Luci al tiro da fuori aerea, parato (6′). Andreotti continua ad essere tartassato di falli. Azione solitaria di Andreotti, tiro rimpallato (12′). Quattro corner consecutivi per la Cuoio, Grifo ancora poco lucido (16′) e costretto alla difensiva dalla Cuoio sempre arrembante,che assedia l’area. E il gol arriva al minuto 18′ con  Tempesti defilatissimo, pallone che tocca il palo lontano e si insacca. Naturale evoluzione della sfida, Grifo ancora nascosto, Cuoio in pressione agonistica e tattica a tutto campo. Situazione delicata, centrocampo non pervenuto. Partita che da dura diventa spigolosa. Vicino al pari il Grifone al 35′ con il tiro potente ma centrale di Pierangioli, Grasso blocca. Le ultime speranze all’interno dei 6′ di recupero. Cretella salva sulla linea (50′) a porta vuota. Angolo per il Grifo senza esito e finisce qui.