Conferenza stampa allo Zecchini per la presentazione del nuovo tecnico e del neo attaccante Vanni.

Mario Ceri: mi preme innanzitutto dire grazie a Miano, persona serissima, per tutto quello che ha fatto per noi e per la classifica che ci ha dato. Avvertivamo, comunque, il bisogno di dare uno scossone robusto a tutto l’ambiente. Ultimamente la squadra non si è espressa ai livelli dovuti, in questo modo quel primo posto non sarebbe durato ancora molto. Troppo altalenanti i risultati del dopo Fucecchio e dopo l’eliminazione dalla coppa. Abbiamo una rosa competitiva e occorreva dare un taglio. La scelta è caduta su Magrini, allenatore esperto e conoscitore della piazza.

Magrini: personalmente ringrazio Miano visto che mi è stata affidata una squadra in cima alla classifica, significa che il suo lavoro è stato molto positivo. Non ho avuto il minimo dubbio a rendermi disponibile verso una società seria come questa. Con Bicchierai, poi, ho sempre ottenuto risultati lusinghieri. Adesso si lavora, ora devo capire le qualità e le attitudini dei singoli giocatori perché la differenza non sta nei moduli bensì nella disponibilità ad allenarsi, soffrire, mettersi cioè totalmente a servizio della causa. Chi non compie questo passo va a fare la doccia. Non vedo l’ora di iniziare.

Bicchierai: mettiamoci tutti in testa che il ritorno è sempre molto più duro dell’andata. Dovremo soffrire tutte le domeniche, iniziando da Vorno.

Vanni: sono approdato in una delle più importanti piazze che ci siano. Mi auguro di dare il giusto contributo per raggiungere il traguardo cercato. Della rosa conosco Zagaglioni e Gorelli, il resto lo conoscerò strada facendo.

Con l’esonero di Miano esce di scena anche Madau, l’allenatore in seconda. Il tassello mancante sarà trovato in seguito.

Giacomo Vanni