E’ il momento migliore, non ci sono dubbi. E’ il momento in cui si può salire sul carro dei possibili vincitori e nessuno biasimerà l’altro. Lo scontro diretto al vertice, tra Grosseto e Fucecchio, dice chiaramente che per superare l’ostacolo il Grifone avrà bisogno del calore della sua gente. Lo Zecchini può dare la spinta decisiva a una squadra che finora, tra le mura amiche, ha raccolto più vittorie di tutte le altre. I 9 successi interni sono la testimonianza che i biancorossi hanno ottenuto più punti di tutti nelle gare interne, un trend incoraggiante, proprio adesso che alle porte c’è il nemico più temuto, quello in grado di mettere a nudo tutte le debolezze del Grifone nella gara di andata. Un 4-1 che non è stato dimenticato e che esige una vendetta sportiva. Lo sanno bene i giocatori che indossano la casacca biancorossa. Sanno che per legittimare lo strapotere in questo campionato c’è bisogno di un’affermazione nello scontro diretto. Non ci sono molti ragionamenti da fare e la retorica dei due risultati su tre a disposizione, non si sposa con la volontà di un popolo e di una società ambiziosa che chiede a gran voce il successo. Il Grifone ha tra gli artigli un importante match point sulla stagione, quello che può spedire la capolista a +9 sui diretti rivali, quando mancheranno solo 5 giornate alla fine. Il momento è decisivo, ma è anche quello migliore, perché prima di salire sul carro dei possibili vincitori, c’è bisogno di una piccola grande spinta da parte di tutti.