Mario Ceri (presidente Grosseto):”Oggi, con il campionato ormai in tasca, non era facile trovare le giuste motivazioni ma ci siamo riusciti, ci tenevo a non fare brutte figure nell’ultima partita in casa. Onore a Cipolloni che oggi lascia il calcio giocato ma che continuerà a collaborare con noi in futuro. Cristiano è un ragazzo d’oro e con noi in sette anni ha scalato le categorie dalla terza alla serie D, si merita tutti gli applausi ricevuti oggi e l’affetto che il pubblico gli ha dimostrato.”

Lamberto Magrini (allenatore Grosseto):”Ci tenevamo a vincere oggi per vari motivi: per concludere bene il campionato in casa, per i tifosi, la dirigenza e soprattutto per Cipolloni che oggi ha disputato la sua ultima partita da professionista. Tutto è andato per il meglio e c’è stata anche la possibilità di premiare con l’esordio in prima squadra il giovane Tortora. Adesso prepareremo al meglio le fasi nazionali del campionato e ci faremo trovare sicuramente pronti perché ci teniamo a fare bene fino alla fine della stagione.”

Cristiano Cipolloni (giocatore Grosseto):”E’ stata davvero una giornata emozionante per me fin da stamattina quando il mister ha annunciato la formazione che sarebbe scesa in campo. Ci tenevo davvero tanto a giocare l’ultima partita della mia carriera qui allo Zecchini, fortunatamente è andato tutto bene ed il pubblico mi è stato vicino dall’inizio alla fine. Oltre ai tifosi ringrazio la dirigenza che mi ha permesso di vincere tanto nei sette anni trascorsi insieme tra Roselle e Grosseto, i miei compagni di squadra ed il mister che  mi ha concesso l’opportunità di essere titolare oggi. Per quanto riguarda la vittoria del campionato ce la siamo meritata alla grande, il Grosseto quest’anno è stata una squadra di uomini veri, quelli che servono per arrivare primi.”