Ultime news
  1. Grosseto piange la scomparsa di Gianfranco Amante
  2. Grosseto vs Castelfiorentino: Il fotoalbum
  3. Tre volte grazie
  4. Grosseto vs Castelfiorentino: La sala stampa
  5. Il Grosseto vince, convince e aggancia momentaneamente la testa della classifica

Carlo Zecchini

IMG_2213
IMG_2212
29.09.07_018
IMG_2192
29.09.07_012
IMG_2214
IMG_2213
IMG_2212
29.09.07_018
IMG_2192
29.09.07_012
IMG_2214
REALIZZAZIONE1956, inaugurato nel 1960RISTRUTTURAZIONE2007DENOMINAZIONEStadio Carlo Zecchini
CAPACITA'9.988 personeDIMENSIONI105 x 67 mPROGETTORaffaello Fagnoni, Enrico Bianchini, Dagoberto Ortensi
CAMPOErba naturaleTELEFONO+39 328 4513304INDIRIZZOVia Veterani dello Sport, 6 - 58100 Grosseto (GR Visualizza Mappa

Biglietti per il prossimo incontro (Jan 28, 2017)

VS

PARTITE OLIMPIADI

  • Italia Italia – Francia Francia 1-1 (5 giugno 1960): partita disputata tra le rappresentative olimpiche dei rispettivi paesi.
  • Bulgaria Bulgaria – Turchia Turchia 3-0 (1ª giornata del gruppo A, 26 agosto 1960)
  • Francia Francia – India India 1-1 (2ª giornata del gruppo D, 29 agosto 1960)
  • Regno Unito Regno Unito – Taiwan Taiwan 3-2 (3ª giornata del gruppo B, 1 settembre 1960)

Tribuna Centrale
Tribuna Laterale Nord
Tribuna Laterale Sud
Tribuna Inferiore
Gradinata
Curva Nord Alta
Curva Nord Bassa
Curva Sud (Tifosi Ospiti)
Distanza dal centro urbano: 0,5 km
Distanza dalla stazione FS:
In auto: 5 minuti
A piedi: 10 minuti
Distanza dalla Superstrada SS1 (Aurelia):
In auto: 5 minuti
A piedi: 30 minuti
Accessi stadio

Lo stadio venne progettato in occasione delle Olimpiadi di Roma, infatti in precedenza l’impianto ha avuto la denominazione di “stadio olimpico Comunale”, poiché, proprio per tale evento, è stato teatro di tre partite del Torneo Olimpico di calcio. Si tratta di un monumento storico (quindi, sottoposto a vincoli), per l’evento olimpico che ha ospitato e per il fatto di essere stato progettato, nel 1948, dall’architetto Raffaello Fagnoni, dall’ingegnere Enrico Bianchini e dall’architetto Dagoberto Ortensi. La direzione dei lavori, invece, è stata affidata all’ingegnere Umberto Tombari.

Lo stadio grossetano ha ospitato anche i Campionati europei juniores di atletica leggera nel 2001 ed i Campionati del mondo juniores del medesimo sport nel 2004. (fonte Wikipedia)

Nel 2007, dopo la promozione del Grosseto in Serie B, lo stadio è stato adeguato alla normativa ed è stato sottoposto a lavori per il rifacimento degli spogliatoi, l’eliminazione del sottopassaggio e la creazione dell’accesso a livello del campo. È stata inoltre aumentata la capienza della curva nord (quella che ospita i tifosi più caldi del Grosseto), rifatto il settore riservato agli ospiti, posizionato un nuovo manto erboso ed installato un tabellone elettronico, tabellone che poi è stato sostituito a inizio 2012: il vecchio infatti è stato rimpiazzato da un tabellone a LED 4×3 metri che in precedenza si trovava all’Arena Garibaldi di Pisa, ma dopo la retrocessione dei pisani nei campionati dilettantistici non veniva più utilizzato ed è stato quindi venduto al Comune grossetano per 40.000 euro.[1] Nell’estate del 2010 lo stadio è stato sottoposto ad un’ulteriore ristrutturazione con il rifacimento dell’impianto audio.

La capienza attuale è di 9.988 posti mentre nel progetto originario era di 12.000 (10.000 seduti e 2.000 in piedi).

Stadio gallery

Story Gallery